CREARE CULTURA

0
9
La-Penna-Rossa

Creare cultura in due direzioni: da Terni oltre i confini regionali e da qualsiasi altro posto fino a Terni.

Puntando in particolare, per adesso, su Roma. Questo il progetto portato avanti dall’associazione culturale “La Penna rossa”, nata nella capitale grazie all’impegno dell’antropologa romana Maura Buzzini e del giornalista e scrittore ternano Massimo Colonna. Promozione di libri (scrittori emergenti e non, stile classico o sperimentale, largo alle contaminazioni), organizzazioni di rassegne culturali e di eventi, interviste con gli autori, corsi di scrittura creativa: queste le principali attività che l’associazione culturale in questi mesi ha iniziato a organizzare e promuovere lungo l’asse Terni-Roma, andata e ritorno. Il tutto con la preziosa collaborazione dell’associazione culturale “La Pagina” del professor Giampiero Raspetti il quale, condividendo in pieno gli obiettivi, ha sin da subito deciso di ospitare “La Penna rossa” sulle pagine del proprio mensile (con una tiratura di quattromila copie mensili a colori, distribuite gratuitamente in Umbria, in tutta la provincia di Terni e a Perugia, e nel Lazio, in particolare su Roma e Rieti) sul sito web e sulle pagine social. Ogni mese spazio quindi a interviste, riflessioni, recensioni per gli scrittori, che avranno così l’opportunità di confrontarsi con realtà diverse in maniera diretta, anche partecipando agli eventi che di volta in volta verranno organizzati dall’associazione. Un nuovo canale quindi a disposizione del mondo culturale ternano, da sempre molto attivo e che spesso ha incontrato, e incontra tuttora a causa della pandemia, difficoltà a uscire dai propri confini, a confrontarsi con visioni diverse, perdendo così opportunità di farsi contaminare e quindi crescere. In questo primo appuntamento il nostro spazio “Io ti recensisco!”, dedicato alle recensioni di autori emergenti o affermati e altri approfondimenti culturali che meritano attenzione. In più, la presentazione del progetto Tre Sequenze, che parte da Roma e che a breve punterà anche su Terni.

Per chi fosse interessato, ecco i nostri contatti:
lapennarossa.ac@gmail.com
info@massimocolonna.it

Instagram: lapennarossa_associazione
Facebook: La Penna rossa_associazione culturale

 

Tre Sequenze: la rivista giovane che racconta la città

di Lavinia Micheli

Vi è mai capitato di camminare per una città e infine di perdervi tra le sue strade? Il desiderio di perdersi alla maniera di Walter Benjamin, che lo intende come pratica dello smarrirsi in una città come lo si farebbe in una foresta, costituisce l’anima di Tre Sequenze.

Questa rivista, nata nell’aprile del 2020, nel pieno della pandemia dovuta al Covid-19, è frutto dell’esigenza di raccontare spazi e luoghi secondo tre punti di vista, che si uniscono a formare una sorta di lente d’ingrandimento: il primo -il più inglobante- è quello della città; il secondo racconta le attività culturali che la animano; il terzo passa direttamente attraverso le esperienze degli abitanti che in essa vivono.

La redazione è composta da giovani di età compresa tra i 25 e i 30 anni, che vengono da percorsi di studio diversi: dalla filosofia al design, passando per l’antropologia, la letteratura straniera e il cinema, il disegno. Il segreto della nostra rivista è un saldo spirito di gruppo e la prospettiva multilaterale con cui indagare la città e le sue storie.

Oltre ad articoli ed interviste pubblichiamo poesie e racconti inediti, per questo siamo sempre aperti a collaborazioni esterne. A maggio 2021 è uscito il nostro primo documentario sul quartiere Ina Casa Tuscolano di Roma, indagato insieme a Clara Corsetti, giovane storica.

«Noi siamo carne e geografia» come dice l’antropologo Franco La Cecla. Significa che lo spazio che abitiamo è lo specchio della nostra identità, per questo non vediamo l’ora di continuare a raccontarlo insieme a voi.

Link utili:
Sito Web:         www.tresequenze.com
Facebook:         Tre Sequenze
Instagram:        @tresequenze
YouTube:           Tre Sequenze

CONDIVIDI
Articolo precedenteAi miei tempi!
Articolo successivole seedballs del Kenya…

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.