Struttura Complessa di CARDIOLOGIA – Terni

0
1134
Cardiologia terni

AZIENDA OSPEDALIERA SANTA MARIA DI TERNI

Nella struttura complessa di Cardiologia dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, afferente al Dipartimento Cardio-toraco-vascolare, dalla fine del 2018 è in atto una vera e propria rivoluzione organizzativa finalizzata a rendere sempre più efficiente ed efficace l’attività dei vari reparti e dei servizi.

E in poco tempo i risultati già sembrano dar ragione alle scelte fatte. Infatti la struttura, che negli ultimi anni già vantava dati di attività estremamente lusinghieri, nei primi 4 mesi del 2019 ha registrato una crescita di tutte le attività. In particolare l’Emodinamica ha raddoppiato le procedure di interventistica strutturale (valvuloplastiche TAVI e MitraClip), che in termini assoluti potrebbe arrivare a fatturare 8 milioni di euro nell’anno, e l’Aritmologia è cresciuta del 20% e potrebbe superare i 3 milioni di fatturato annuo. Contestualmente al miglioramento del tempo di ospedalizzazione è aumentato anche il numero dei ricoveri complessivi con un ulteriore incremento di quelli extraregionali, a conferma di come la Cardiologia ternana rappresenti un importante riferimento per un ampio territorio dell’Italia centrale.

IL PROCESSO DI RIDEFINIZIONE ORGANIZZATIVA E LOGISTICA

La riorganizzazione, promossa con determinazione dal prof. Marcello Dominici, che dall’inizio del 2019 è alla direzione della struttura di Cardiologia come facente funzione, ha coinvolto tutte le strutture della Cardiologia, dai reparti di ricovero (Unità di Terapia Intensiva, degenza, week Hospital) alla Sala di Aritmologia e a tutti i servizi, con una ristrutturazione totale di tutti gli ambulatori.

Il rinnovamento ha interessato l’organizzazione, il clima generale e i percorsi logistici, intervenendo sul numero e sulla disposizione degli ambulatori e in generale sulla location di tutte le attività.

È stato potenziato il confronto clinico quotidiano tra tutti i cardiologi, infermieri e altri professionisti sanitari con meeting giornalieri e Audit periodici, con revisione regolare e sistematica della propria attività clinica al fine di individuare quali aree della pratica professionale devono o possono essere oggetto di miglioramento attraverso l’identificazione delle inappropriatezze, l’attuazione di piani di cambiamento e la condivisione di strategie efficaci. Questo sforzo da parte di tutti i professionisti coinvolti è stato accompagnato dal supporto della direzione aziendale, che ha sostenuto le iniziative e, per far fronte ai pensionamenti e assenze per puerperio, ha anche assunto due nuovi giovani cardiologi con competenze specifiche in elettrofisiologia, rafforzando la già qualificata equipe dell’Aritmologia.

Nell’ambito di questa riorganizzazione uno straordinario risultato è stato il completamento del Sistema di Informatizzazione di tutte le attività della Cardiologia.

INFORMATIZZAZIONE COMPLETA

Dal mese di febbraio 2019 tutte le attività svolte in Cardiologia sono infatti informatizzate e integrate digitalmente, e sappiamo quanto la medicina moderna ritenga l’informatizzazione indispensabile per il miglioramento gestionale dei pazienti sotto un profilo organizzativo e clinico.

L’avvio di questo progetto è stato intrapreso nel mese di novembre scorso su proposta del neodirettore Dominici ed ha comportato l’estensione a tutta la Cardiologia del programma di archiviazione e refertazione già in uso nella struttura di Emodinamica dal 2002 e il più diffuso nelle Emodinamiche in Italia. In accordo con la direzione aziendale il progetto mirava ad estendere il software di gestione alle molteplici e complesse attività cliniche e strumentali della Struttura Complessa di Cardiologia, che si rivolgono ad una vasta popolazione, in continua crescita e punto di attrazione locale ed extraregionale.

Tale programma gestionale, che da diciotto anni in Emodinamica archivia e referta le procedure di coronarografia, angioplastica coronarica e interventistica cardiaca, è stato esteso dapprima all’Aritmologia, dove ora consente la gestione di tutti i dati dei pazienti sottoposti ad esami elettrofisiologici, ad interventi di ablazione o di impianto di PaceMaker e/o defibrillatore e la gestione informatica del proprio magazzino che consentirà di avere in tempo reale il materiale a disposizione e quello utilizzato, permettendo una più facile programmazione ed un uso razionale delle risorse all’interno del proprio budget.

Il sistema informatico è stato poi esteso a tutte le altre attività e quindi ora è disponibile per l’ambulatorio delle visite cardiologiche, consulenze, ecocardiografia, ecocardiografia trans-esofagea, eco-stress, prove da sforzo, controllo e programmazione pacemaker etc.
Questa integrazione digitale globale di tutte le attività permette ai cardiologi di avere in tempo reale tutte le informazioni necessarie per un inquadramento clinico completo di ogni singolo paziente, compresi tutti i referti e le procedure precedenti, migliorando così il percorso diagnostico-terapeutico e permettendo di seguire i pazienti nel tempo nel loro follow-up clinico.

Questo ambizioso programma è stato attuato in soli tre mesi ed ha visto, insieme alla disponibilità della direzione aziendale, la collaborazione di tutto il personale della Cardiologia in un complesso percorso di addestramento. Un lavoro intenso e sapiente che ha coinvolto tutta la Cardiologia e ha richiesto una stretta collaborazione tra cardiologi e tecnici informatici dell’Azienda ospedaliera e della ditta fornitrice del programma, con un impegno meticoloso nella creazione di moduli personalizzati, configurati con le apparecchiature disponibili e adattati alle esigenze specifiche della Cardiologia.

Con questo traguardo la Cardiologia di Terni è tra le poche in Italia ad avere un tale tipo di organizzazione informatica che gestisce tutte le proprie attività e rappresenta un esempio di efficienza ed efficacia fondamentale per il miglioramento del servizio offerto ai pazienti.
Tutto ciò in linea con l’alto gradimento che i cittadini di tutta la provincia ternana hanno recentemente espresso sull’ospedale e in particolare sulle strutture di Cardiologia e Cardiochirurgia nel sondaggio sulla qualità percepita effettuato da MG Research per conto della direzione aziendale.

DATI DI ATTIVITÀ

Ogni anno in Cardiologia vengono effettuati circa 2.500 ricoveri, il 30% dei quali per residenti fuori provincia e in altre regioni. L’UTIC registra 700 ricoveri in regime di emergenza e urgenza.

Oltre 60.000 prestazioni ambulatoriali vengono erogate nell’ambito degli ambulatori dedicati ad alta specialità per esterni, consulenza cardiologica per interni e diagnostica non invasiva. Inoltre vengono eseguiti 10.000 ecocardiogrammi e 70.000 elettrocardiogrammi.
L’Aritmologia, che è centro di riferimento per estrazioni elettrodi, esegue annualmente circa 700 procedure di elettrofisiologia ed elettrostimolazione, inclusi gli impianti di defibrillatore sottocutaneo, ablazioni di aritmie complesse.

L’Emodinamica esegue ogni anno 1.600 procedure di diagnostica ed interventistica, incluso il trattamento dei difetti strutturali (chiusura percutanea di PFO e Auricola Sinistra, TAVI, Mitra-Clip).

Impianto di dispositivi di supporto ventricolare come l’Impella per le procedure complesse e/o su pazienti instabili.

La Cardiologia di Terni ha funzione Hub della rete per l’infarto acuto STEMI per la provincia di Terni e circondario ed ha consolidato la collaborazione con la Struttura complessa di Cardiochirurgia con costante interazione e concreto Heart Team.

DIDATTICA

La Cardiologia di Terni è coinvolta nella didattica del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia di Terni. Fa parte della rete della Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell’Università di Perugia. Ha fornito materiale per le Tesi di Laurea e di Specializzazione. Svolge funzioni di Tutor valutatore per la prova di Tirocinio per gli esami di stato di abilitazione all’esercizio della professione di Medico Chirurgo.

In questi anni ha contribuito alla formazione di futuri medici e cardiologi fornendo tutte le basi della Cardiologia e può essere segnalata come un esempio di sana integrazione tra Università e Ospedale.

ÉQUIPE

Direttore f.f.
Prof. Marcello Dominici
UTIC
dr.ssa Paola Mezzetti, dr. Paolo De Bonis, dr.ssa Caterina Milici, dr.ssa Giulia Camilli, dr.ssa Elisa Allegra, dr. Marco Patella, dr. Marcella De Paolis
Cardiologia degenza
dr. Marco Castronuovo, dr. Giovanni Giannini, dr.ssa Michelle Adam, dr.ssa Georgette Khoury
Aritmologia
dr. Giovanni Carreras, dr. Stefano Donzelli, dr. Marco Maria Pirrami, dr.ssa Chiara Marini, dr.ssa Alessandra Tordini, dr. Ludovico Lazzari
Emodinamica
dr. Carlo Bock, dr. Alessio Arrivi, dr. Matteo Casavecchia, dr. Marco Bazzucchi
Caposale
Iole Cattin Cosso, Virginia Minicucci, Laila Sapora, Oriana Spera.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.