OSTEOPATIA, MALOCCLUSIONE E POSTURA

0
1491
Bruxismo

L’osteopatia può strettamente integrarsi anche nel campo dell’odontoiatria

Infatti, essendo l’osteopatia una scienza olistica, prende in considerazione anche tutte le problematiche legate al sistema stomatognatico il quale ha un ruolo importante nell’equilibrio posturale e nella dinamica respiratoria.

L’osteopata può collaborare con il medico dentista nella risoluzione di varie problematiche occlusali attraverso la valutazione del rapporto cranio-cervico-mandibolare. L’idea fondamentale è che tutte le parti del corpo sono strettamente correlate tra di loro.

La bocca e la mandibola non sono parti separate dal resto del corpo ed i cambiamenti in queste zone influenzeranno il corpo stesso e viceversa. L’osteopata non ha la conoscenza del dentista ed il dentista non ha la conoscenza dell’osteopata, tuttavia insieme possono collaborare per risolvere ottimamente i problemi di malocclusione dei loro pazienti.

Ad esempio se una persona ha problemi cronici di deglutizione, i muscoli coinvolti saranno contratti creando tensione alla mandibola, al viso, al collo e alla parte alta della colonna vertebrale. Questo può causare la caratteristica postura con la testa spostata in avanti, e lordosi cervicale e lombare più accentuate.

Con l’incremento della tensione dei muscoli della deglutizione, la mandibola si muove posteriormente rispetto alla sua normale posizione per creare un compenso. Questo porterà stress all’articolazione temporo-mandibolare con indolenzimento, dolore e il classico rumore di “click”. In più ci sarà una malocclusione dei denti, ponendone alcuni sotto eccessive forze ed altri sotto minime. L’aumento delle forze meccaniche su alcuni denti porterà dolore ai denti e problemi gengivali, rendendoli più suscettibili alle infezioni.

Alcuni di questi problemi possono essere trattati con l’osteopatia, altri richiedono un intervento combinato con l’odontoiatra.

Qualsiasi intervento che comporti modifiche occlusali (apparecchi ortodontici, protesi, estrazioni) comporta un adeguamento posturale. Il trattamento osteopatico può facilitare questo adattamento, o può correggere i fastidi correlati.

I sintomi che possono essere trattati osteopaticamente che dipendono da una malocclusione sono:

  • Dolore al viso
  • Cefalea ed emicrania
  • Nevralgie (es. del trigemino)
  • Sinusite
  • Bruxismo
  • Otite
  • Cervicalgie
  • Mal di schiena

Marzia Martellotti
Osteopata D.O.

LASCIA UN COMMENTO