Le linee guida del Santa Maria di Terni

0
16
Dott-ssa-Alessandra-Ascani

Multidisciplinarietà, integrazione con il territorio, adeguamento tecnologico

Integrazione con il territorio, adeguamento tecnologico e multidisciplinarietà sono i temi portanti di questo mandato amministrativo. Tre concetti che rappresentano il punto di riferimento verso cui orientare tutte le azioni messe in campo nella gestione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni. Da questo punto di vista, nel corso dell’ultimo anno sono stati affrontati e portati a termine grandi cambiamenti organizzativi, con l’obiettivo ultimo di migliorare la qualità delle cure e dell’accoglienza delle persone malate e dei loro familiari, in tutti gli ambiti.

In questo contesto, è stato creato il team Hospitalist, una squadra che punta a migliorare sempre più l’appropriatezza dei ricoveri, è stato attivato, anche grazie al contributo della Fondazione Carit, il progetto Healt Technology Assessment, che punta ad innalzare gli standard qualitativi dell’ospedale, e sono state sottoscritte convenzioni con la Usl Umbria 2 per un utilizzo più organico degli spazi e del personale in vari ambiti assistenziali. Inoltre, sul fronte chirurgico, negli ultimi mesi presso l’ospedale Santa Maria di Terni sono stati eseguiti numerosi interventi multidisciplinari che hanno coinvolto diversi reparti e specializzazioni. Esempio lampante di questa linea è il lavoro dell’équipe multidisciplinare di Oncologia e Chirurgia Digestiva che ha addirittura superato i confini continentali, interfacciandosi con medici e professionisti della Cina.

In particolare la SC di Oncologia medica e traslazionale coordina anche dodici GOM, i Gruppi Oncologici Multidisciplinari (mammella, colon-retto, urologico, Orl, tumori rari, endocrini e neuroendocrini, patologia digestiva, tumori epatici primitivi e secondari, ginecologico, tumori cutanei e melanoma, polmone, neuroncologico), dedicati a dodici singole tipologie di tumore, garantendo un elevato standard qualitativo della diagnosi e delle cure, sia mediche che chirurgiche o radioterapiche.

Nell’ambito di ciascun GOM vengono discussi i singoli casi e concordate le più corrette strategie di trattamento da team di specialisti di tutte le tipologie necessarie ad affrontare diagnosi e cura delle singole condizioni. L’azienda si è fatta anche promotrice a livello regionale dei progetti Molecular Tumor Board e di delocalizzazione delle cure oncologiche, offrendo ai pazienti oncologici il follow up come cura di prossimità: è l’oncologo che si avvicina alla persona malata nel territorio.

Dott.ssa Alessandra Ascani
Direttore Sanitario
Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.