“INCONTRI DIABETOLOGICI TERNANI”

0
18

Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni

Sotto l’egida dell’Università degli Studi di Perugia e dell’Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni, si è svolta venerdì 16 e sabato 17 settembre, all’hotel Michelangelo di Terni, la prima edizione degli “Incontri diabetologici ternani”. La tematica è stata“Il diabete mellito: le tante zone d’ombra di una sindrome complessa ed eterogenea”.

Le due giornate, organizzate dal professor Giovanni Luca, sono state caratterizzate dalla presenza di ospiti internazionali, opinion leader della diabetologia italiana ed operatori sanitari attivi in campo diabetologico nella struttura Ospedaliero- Universitaria “S. Maria” di Terni.

I lavori sono stati aperti dal saluto del Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Perugia, il professor Maurizio Oliviero, al quale sono seguiti i saluti del sindaco di Terni, Leonardo Latini, del Direttore sanitario del Santa Maria Alessandra Ascani, del professor Stefano Brancorsini (Delegato del Magnifico Rettore per il Polo Didattico Scientifico di Terni), del professor Vincenzo Nicola Talesa (Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Perugia) e del professor Agostino Consoli (Presidente della Società Italiana di Diabetologia).

I lavori scientifici sono stati aperti da due collegamenti da oltreoceano, da parte del professor Alberto Pugliese, Direttore della Cattedra di “Ricerca sul Diabete” al Diabetes Research Institute della University of Miami e della Professoressa Barbara Hansen, Responsabile del “Obesity, Diabetes and Aging Research Center” del Morsani College of Medicine della University of and Professor of South Florida di Tampa. I due ospiti statunitensi, con le loro brillanti relazioni, hanno “illuminato” le molte “ombre” sulle cause e la potenziale prevenzione di questa insidiosa sindrome.

Il giorno seguente si sono susseguiti relatori italiani di altissimo spessore scientifico, come il presidente eletto della Società Italiana di Diabetologia, il professor Angelo Avogaro (Padova), il già coordinatore del ComitatoscientificoSID,GianlucaPerseghin(Monza), il professor Francesco Dotta (Siena), la professoressa Francesca Porcellati e la dottoressa Roberta Celleno (Perugia) ed, ovviamente, il responsabile scientifico, il professor Giovanni Luca, che hanno affrontato importanti tematiche di prevenzione, terapia, e complicanze più o meno “nascoste”.

Le letture sono poi proseguite da parte di numerose professionalità medico-sanitarie della Diabetologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria “S. Maria” di Terni. Le conclusioni del meeting sono state affidate al professor Riccardo Calafiore, direttore della Struttura Complessa di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliero-Univeritaria di Perugia e della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, mentore del professor Luca, con cui ha condiviso anni di ricerca clinica e di lavoro presso il nosocomio ternano.

L’incontro, ha dichiarato il professor Luca, “rappresenta la chiara dimostrazione che solo un approccio integrato multidisciplinare delle numerose eccellenze sanitarie presenti nella Diabetologia del nosocomio ternano, unitamente ad uno sguardo attento alle novità scientifiche della ricerca clinica e preclinica, costituisce l’unica arma vincente per una sindrome così complessa”. “Entusiasmo, passione, amore per la conoscenza ed un pizzico di fantasia, ci hanno consentito di organizzare un congresso di alto valore scientifico e dal largo seguito”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.