IL SENO IN VACANZA

0
71
Fioriti Studio Anteo
Fioriti Studio Anteo

Ci sono alcune domande che le donne spesso rivolgono prima di andare in vacanza o al ritorno.
1) il sole fa male al seno? Il topless è da bandire?
“ prendere il sole non fa venire il tumore al seno, neanche senza reggiseno.
L’esposizione ai raggi solari, soprattutto se cronica o nelle ore di punta, e senza un’adeguata protezione, aumenta il rischio di tumori alla pelle.
Il seno può scottarsi più facilmente soprattutto nella zona dell’aereola o del capezzolo, solo perché in quelle zone la pelle è più sensibile, ma il rischio di tumore della pelle a livello del seno è lo stesso che in altre zone del corpo. Va quindi usata una crema con adeguata protezione nelle ore più adatte. Anche l’idratrazione attraverso le creme idratanti e l’abitudine di bere molto acqua rappresentano una protezione della pelle.”
2) chi ha subito un intervento estetico o chirurgico al seno si può esporre al sole?
“nell’immediatezza dell’intervento per un periodo limitato è consigliabile non esporsi al sole. Successivamente però con una buona protezione non si deve rinunciare ad esso perché la luce solare favorisce la produzione di vitamina D importante contro l’osteoporosi.
Inoltre occorre ricordare che alcuni farmaci, alcune chemioterapie e la radioterapia rendono la pelle più sensibile e in questi casi per un tempo limitato va evitata l’esposizione”
3) cosa devo fare in vacanza ?
“le raccomandazioni sulle abitudini alimentari sono sempre le stesse e durante le vacanze si può approfittare per mangiare sano prediligendo la frutta e la verdura.
Inoltre sarebbe buona norma aumentare l’attività fisica anche attraverso lunghe passeggiate ed evitare il fumo. Nelle donne fumatrici infatti la pelle è molto più esposta a un invecchiamento precoce e a ogni rischio di infezione/infiammazione, inoltre il fumo aumenta il rischio di tumore alla mammella”
4) cosa devo fare al ritorno dalle vacanze?
“non esistono particolari protocolli ma sarebbe consigliabile riprendere le normali attività iniziando a pensare alla prevenzione. Non sottovalutare alcuni segni tipo: affossamenti o arrossamenti della cute della mammella, alterazione del profilo del capezzolo o ispessimento della cute che non sono riferibili all’esposizione al sole e vanno sempre riferiti al proprio medico o a un Senologo”.

Dott.ssa LORELLA FIORITI

LASCIA UN COMMENTO