EPILESSIE: cominciamo a parlarne

0
9
Rita-de-ciantis-Epilessia

Le crisi epilettiche e le Epilessie sono disturbi neurologici molto frequenti: si possono verificare in qualsiasi età, ma non sono ugualmente distribuite nelle varie popolazioni e vi sono importanti differenze tra paesi industrializzati e paesi in via di sviluppo.

CRISI EPILETTICA
La crisi epilettica è un evento conseguente ad una attività abnorme di un gruppo di neuroni cerebrali. Le manifestazioni cliniche sono improvvise e transitorie, in relazione alle aree cerebrali coinvolte dalla scarica epilettica: potranno, quindi, esserci sintomi motori, sensoriali o mentali, con concomitante o no turba di coscienza, rilevati dal paziente stesso o da un eventuale osservatore.
L’entità del coinvolgimento cerebrale determina la distinzione tra:

  1. crisi parziale: la semiologia iniziale della crisi indica l’attivazione iniziale di una singola parte di emisfero cerebrale;
  2. crisi generalizzate: la semiologia iniziale della crisi indica un coinvolgimento di entrambi gli emisferi cerebrali. Tale termine indica sia la bilateralità sia la non focalità dei fenomeni. Crisi generalizzate sono, p. e.: “Assenze“, “Crisi Miocloniche“, “Toniche“, “Tonico-cloniche”…

Una crisi che inizia in modo focale può evolversi in una secondariamente generalizzata.

EPILESSIE
Il termine Epilessia indica una condizione caratterizzata da 2 o più crisi epilettiche, non provocate da cause immediatamente riconoscibili. La prevalenza delle Epilessie attive nei paesi industrializzati è compresa tra il 3,5 e il 10,7/1.000

Crisi epilettiche sono favorite da fattori che aumentano l’eccitabilità elettrica delle cellule nervose e abbassano la naturale soglia alla loro scarica spontanea. L’uso o la sospensione improvvisa di certi farmaci, droghe o alcool, febbre, deficit del sonno, alterazione degli elettroliti e, infine, una serie di fattori genetici e metabolici.

Si parla di Epilessia Idiopatica o Primaria quando la storia clinica e gli esami diagnostici non rilevano cause per crisi epilettiche ripetute.
Mentre la maggior parte delle Epilessie Idiopatiche è dovuta a fattori genetici e metabolici in parte ancora sconosciuti e si manifesta in età infantile o adolescenziale, una gran parte delle Epilessie Secondarie si manifesta in età adulta.

Dott. Rita De Ciantis
Specialista in Neurologia
Cell. 3337004999
Ambulatorio:
Terni – Via Radice 19 Tel. 0744300789 – 3479520747
Terni – c/o  COMEDICA  via Gabelletta 147 – Tel. 0744241390

LASCIA UN COMMENTO