Chi dona il sangue dona la vita

0
21
Struttura-Complessa-di-Immunoematologia-e-Trasfusionale

Dalla trasfusioni agli studi sul Covid,
le attività del SIT

TERNI – Aumentare le donazioni di sangue e i donatori periodici è un obiettivo primario del nostro reparto e delle associazioni dei donatori. Purtroppo il territorio della provincia di Terni è storicamente quello con il più basso indice di donazione della regione. Le nostre raccolte non riescono a coprire le richieste e per questo dobbiamo sistematicamente ricorrere al reperimento di sacche dal Sit di Foligno e spesso da fuori regione.

I vantaggi

Un vantaggio di donare il sangue per il donatore consiste nella possibilità di un check up periodico dello stato di salute (emocromo, chimica clinica, esami virologici e, su richiesta, test risposta al vaccino anti Covid-19). Si può donare per la prima volta dai 18 ai 60 anni e per i donatori periodici fino a 70 anni di età (previa valutazione medica del SIT).

Il reclutamento di donatori avviene tramite le associazioni, che hanno questo compito insieme alla fidelizzazione del donatore. Il donatore che si presenta al SIT viene registrato e sottoposto ad un emocromo e successiva valutazione da parte dei medici del SIT della idoneità alla donazione. Il donatore viene accompagnato in sala donatori dove viene prelevato l’emocomponente e successivamente accompagnato in sala ristoro.

La distribuzione del sangue avviene in modalità programmata e urgente (H24), per i pazienti dell’Azienda Ospedaliera e per i domiciliari del comprensorio. La richiesta di sangue, valutata dal medico del SIT per l’appropriatezza, viene processata eseguendo i test pretrasfusionali (gruppo sanguigno, test di Coombs indiretto e diretto, prove di compatibilità). Il sangue viene assegnato al paziente e distribuito secondo una procedura che coinvolge il medico ed i tecnici di laboratorio.

Al SIT inoltre vengono svolte procedure di aferesi produttiva da donatori tramite apparecchiature denominate “separatori cellulari”, per la produzione di plasma per uso clinico, per uso industriale per produzione di emoderivati e di piastrine. Si eseguono anche procedure di aferesi terapeutica in corso di patologie ematologiche, oncologiche, autoimmuni, neurologiche, nefrologiche. Si eseguono inoltre consulenze immunotrasfusionali su pazienti esterni per la produzione e l’utilizzo di plasma ricco di piastrine (gel piastrico) in campo ortopedico, dermatologico, oculistico e in chirurgia maxillofacciale; consulenze per supporto trasfusionale di emocomponenti.

I test dei laboratori

I laboratori di Virologia e di Biologia Molecolare si occupano delle analisi sierologiche e molecolari su campioni di sangue appartenenti a donatori. I test sierologici comprendono la ricerca con metodiche Combo di quarta generazione di anticorpi dei virus dell’HIV1/2, del virus dell’HCV, del virus dell’HBV e del Treponema Pallidum, agente eziologico della sifilide.

La ricerca del WNV-RNA viene effettuata su tutte le donazioni della Regione Umbria, essendo quello dell’Azienda Ospedaliera di Terni l’unico laboratorio che effettua tale test per tutto il periodo di emergenza WNV. La Struttura Complessa di Immunoematologia e Trasfusionale è centro Hub regionale per il territorio della Asl Umbria 2.

Il Laboratorio di Biologia Molecolare da marzo 2020 è inoltre impegnato nei saggi Covid Molecolari ed Antigenici per la ricerca dei geni target del Sars-CoV2 e dell’Antigene nucleocapsidico del virus.

In questo contesto, nel 2020 sono stati analizzati 62.000 tamponi molecolari, mentre nel 2021 fino al 27-9 sono stati analizzati 58.920 tamponi molecolari e 94.524 tamponi antigenici.

Le altre attività del Laboratorio di Biologia Molecolare, attualmente sospese a causa dell’emergenza Covid, riguardano la ricerca quantitativa dell’RNA del virus dell’HCV mediante Real Time PCR e l’identificazione dei genotipi HCV mediante Reverse-Hybridization, la ricerca quantitativa dell’RNA del virus dell’HIV1 mediante Real Time PCR, la ricerca quantitativa del DNA del virus dell’HBV mediante Real Time PCR e, in ultimo, la tipizzazione HLA degli Antigeni di I e II classe per stabilire una correlazione significativa tra questi ed alcune Malattie Autoimmuni.

Struttura Complessa di Immunoematologia e Trasfusionale
Direttore: Dr. Augusto Scaccetti
Medici: Gianluca Palmieri, Roberta Chiari, Cecilia Adami, Sara Valloscuro, Aldona Rina
Biologi: Alessandra Pagnani, Monica Proietti, Ramona Lupi, Rosario Costanzo
Capotecnico: Paola Gelosi

La Struttura Complessa si occupa prevalentemente di donazioni e distribuzione del sangue. Dalle ore 7:30 alle 8:30 è possibile effettuare la donazione con accesso diretto senza prenotazione dal lunedì al sabato.

Dalle ore 8:30 alle 11:00 con prenotazione telefonica all’Avis Terni (per i soci) o al Sit (Servizio ImmunoTrasfusionale) di Terni al numero 0744-205679 dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13. Con cadenza bimestrale la Struttura Complessa è aperta per le donazioni anche la terza domenica del mese. Altre attività laboratoristiche sono: esami per covid-19 (test molecolari ed antigenici), test per emostasi, immunoematologia, tipizzazioni linfocitaria e biologia molecolare per epatiti ed hiv.

Attività ambulatoriali: visite immunotrasfusionali, trasfusioni di sangue, salassi terapeutici, infusione ferro endovena, prelievi sangue autologo per preparazione di gel piastrinico, aferesi terapeutiche.
La SC è accreditata (DD n 10996 del 23-12-2014) dal 2015.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.