CENTRO SALUTE DONNA Terni

0
753
centro salute donna

AZIENDA OSPEDALIERA SANTA MARIA DI TERNI

L’obiettivo del Centro Salute Donna è quello di offrire un polo di alto livello tecnologico strumentale e professionale, con modalità personalizzate di presa in carico ed accesso unico e semplificato al percorso di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie femminili. Nel Centro si integrano infatti le competenze e le professionalità dell’Azienda Ospedaliera di Terni così da evitare la frammentazione delle prestazioni e conseguire un alto profilo di efficienza e qualità.

I percorsi sono dedicati alla valutazione clinico strumentale di I livello ed alla mammografia interventistica propria del II e III livello, alla senologia, alla ginecologia, alla urologia, alla endocrino-chirurgia e alla chirurgia plastica e ricostruttiva. Nel Centro le donne possono avvalersi di diverse figure professionali quali chirurghi senologi e plastici, urologi, oncologi, psicologi, medici nucleari, radioterapisti e specialisti della riabilitazione.

L’attività è supportata da tecnologia altamente innovativa, mammografi digitali in appoggio all’attività clinica, ecografo digitale di ultima generazione, sala di senologia interventistica con sistema ottimale di ricerca delle piccole lesioni con stereotassi digitale e tavolo dedicato). L’accoglienza prevede un punto informativo unico e un percorso diagnostico terapeutico centralizzato.

Nel Centro Salute Donna sono presenti le volontarie dell’Associazione TerniXTerni Donna.

Perché venire al Centro Salute Donna?

La donna può far riferimento ad un punto di accoglienza in cui tutti gli operatori sanitari si affiancano per fornire soluzioni ai problemi femminili. C’è, in sostanza, una presa in carico complessiva della donna, a cui concorrono diverse professionalità. Una diagnosi precoce può salvare la vita. La concentrazione in un’unica sede del percorso diagnostico riduce i tempi di attesa ed aumenta la “compliance” da parte delle stesse donne. L’obiettivo è agevolare e velocizzare l’iter di diagnosi e trattamento per molte patologie riguardanti le donne dalla pubertà alla post menopausa.

Percorso senologico. L’attività di prevenzione del tumore mammario, di pertinenza della ASL 2, è realizzata in rete per tutte le donne della provincia: nel Centro Salute Donna trovano sede gli ambulatori di riferimento allo Screening Mammografico ed all’attività diagnostica e clinica di II e III livello.

Diagnostica interventistica. Per tutte le donne positive o dubbie allo screening e per le donne che presentino problemi alla mammella sono previsti approfondimenti diagnostici attraverso il ricorso a percorsi personalizzati. Le donne potranno fruire dell’approccio integrato fra chirurghi senologi, oncologi, radioterapisti, psicologi, medici nucleari e specialisti della riabilitazione. Se necessario, ulteriori accertamenti di II livello sono eseguiti attraverso prelievo citologico cellulare e prelievo istologico (Mammotome).

Trattamento chirurgico. Viene garantita la terapia chirurgica di tutte le forme di carcinoma mammario: ampie exeresi, localizzazioni stereotassiche e radioisotopiche delle lesioni non palpabili, dissezioni ascellari, biopsia del linfonodo sentinella, exeresi atipiche e mastectomie (radicali e skin-sparing). Vengono garantite la ricostruzione dermoghiandolare nelle quadrantectomie, la simmetrizzazione, la ricostruzione immediata e/o differita ed anche il trattamento delle sindromi malformative congenite e acquisite che esulano dal campo della pura estetica e cosmesi. Il trattamento demolitivo senza ricostruzione verrà espletato in regime di degenza breve, la dimissione è protetta dalla consegna di una lettera al medico curante dettagliata contenente indicazioni pratiche sulla medicazione e dalla possibilità di un contatto telefonico cellulare di uno dei componenti dell’equipe senologica di riferimento aziendale.

Percorso Ginecologico ed urologico

Centro di Colposcopia, attività diagnostica di secondo livello. Per tutte le donne con esame positivo o dubbio allo screening e per tutte le donne che presentino sospetti di patologia, il centro di colposcopia offre cure specialistiche ginecologiche ambulatoriali, cliniche e strumentali.

Patologie ovariche e riproduttive. Disfunzioni gonadiche femminili: Amenorrea primaria e secondaria; oligomenorrea.

Disturbi della differenziazione sessuale. Nei nostri ambulatori ci proniamo di impostare, nella fattispecie, un adeguato “counseling” endocrino e sessuologico per un’adeguata e ragionata assegnazione del sesso fenotipico.

Acne, ipertricosi, irsutismi e virilismi. Particolare attenzione viene data, oltre ad un preciso inquadramento diagnostico, anche ad intervento terapeutico aggiornato e moderno che prenda in considerazione moderni approcci terapeutici ed adeguati schemi terapeutici) che minimizzino gli effetti collaterali.

Inquadramento clinico e diagnostico della coppia infertile. Adeguato inquadramento e counseling genetico della coppia infertile che ci consenta di intraprendere adeguati trattamenti medici, chirurgici e di PMA con minimizzazione dei rischi legati al troppo spesso eccessivo ricorso alla ICSI con le possibili (seppur rare) patologie da imprinting ad essa associate.

Aspetti endocrini dei disturbi della sessualità femminile. Quasi tutti i disturbi della sessualità femminile sottendono spesso cause endocrine. Iperprolattinemie, ipoestrogenismo ed ipoandrogenismo possono a vario titolo esser causa di tutti e 4 i principali disturbi della sessualità femminile: disturbo da desiderio sessuale ipoattivo femminile; disordini della fase di eccitamento; disordini della fase orgasmica; dolore coitale.

Percorso Urologico

Nelle varie fasce di età l’infezione urinaria, l’incontinenza urinaria, il dolore pelvico cronico, le disfunzioni sessuali colpiscono almeno il 30% delle donne. Nel Centro Salute Donna è previsto uno spazio di pertinenza specialistica urologica integrato con altre figure così da proporre percorsi diagnostico-terapeutici innovativi. Principali campi d’interesse sono: Inquadramento delle infezioni urinarie, Diagnosi e cura dell’incontinenza urinaria femminile, dei disturbi dello svuotamento vescicale e del prolasso urogenitale, del dolore pelvico cronico e della cistite interstiziale, diagnosi e trattamento delle disfunzioni sessuali femminili.

Percorso Endocrino

L’attività interessa vari settori dell’endocrinologia: patologie della tiroide, patologie del metabolismo fosfo-calcico, patologie del surrene, patologia neuroendocrina, patologie ipofisarie, disturbi dell’alimentazione, diabete mellito insulino-dipendente e altre alterazioni del metabolismo glucidico, patologie ovariche e riproduttive.

Patologie della tiroide: visita medica, orientamento diagnostico e terapeutico, ecografia diagnostica, agoaspirato eco assistito per esame citologico, indicazione e gestione della fase preparatoria all’intervento chirurgico; monitoraggio ed indicazioni terapeutiche post-operatorie, follow-up delle neoplasie differenziate della tiroide dopo chirurgia e trattamento con J131.

Patologie del metabolismo fosfo-calcico: patologie delle paratiroidi con studio ecografico di localizzazione delle paratiroidi patologiche ed agoaspirato delle stesse per dosaggio del PTH, osteoporosi post-menopausale e secondaria, impostazione diagnostica e terapeutica, morfometria vertebrale, predisposizione dei piani terapeutici per l’uso del teriparatide e paratormone nelle forme gravi con fratture multiple, osteomalacia da deficit di vitamina D.

Patologie ipofisarie: diagnosi iniziale e test funzionali ed indicazione terapeutica (chirurgica, medica, osservazione clinica), gestione della terapia in pazienti ipopituitarici con deficit di GH, gestione della terapia con analoghi della somatostatina in pazienti acromegalici.

Patologie del surrene: diagnostica e terapia, preparazione chirurgica e monitoraggio post-operatorio dei pazienti operati per sindrome di Cushing e feocromocitoma.

Percorso di Chirurgia plastica e ricostruttiva

Ricostruzione Mammaria post mastectomia: a seguito di chirurgia demolitiva mammaria per tumori, il chirurgo plastico può intervenire per ricostruire la mammella asportata dal chirurgo generale senologo con varie possibilità, dalla ricostruzione con protesi, lembi più protesi o solo utilizzo di tessuti della paziente stessa.

La chirurgia di prima scelta resta comunque, salvo controindicazioni specifiche, quella protesica.

Le modalità di ricostruzione sono sostanzialmente tre: ricostruzione tardiva, in presenza di mastectomia già precedentemente eseguita; differita, con la possibilità di impiantare l’espansore mammario in concomitanza dell’intervento demolitivo, risparmiando cosi alla paziente un tempo operatorio; successivamente, dopo adeguata espansione, impianto della protesi definitiva. Infine esiste la possibilità di una ricostruzione cosiddetta immediata, cioè con l’impianto direttamente della protesi definitiva in sede di mastectomia senza passaggio attraverso l’espansione. Tutte queste procedure vengono eseguite alla presenza simultanea al tavolo operatorio del chirurgo senologo e del chirurgo plastico. La ricostruzione dell’areola e del capezzolo sarà possibile con un ulteriore successivo piccolo intervento chirurgico eseguibile in anestesia locale ed in day hospital, utilizzando un innesto di cute inguinale od un tatuaggio per l’areola ed un piccolo prelievo dalla mammella controlaterale per il capezzolo.

Correzione cicatrici retraenti: se le cicatrici sono particolarmente retraenti ed ipertrofiche (molto rilevate), come ad esempio nel caso degli esiti di ustione, e se non rispondono a terapie locali non chirurgiche, può essere necessario asportarle e fare delle plastiche cutanee di rilasciamento o, nei casi più complessi, degli innesti. Si tratta di interventi con finalità esclusivamente funzionali e non estetiche; asportare la cicatrice che può limitare i movimenti o dare fastidio a causa della sua ipertrofia e tensione; ci sarà indubbiamente anche un miglioramento estetico.

centro salute donna macchinario

MEDICI SPECIALISTI AFFERENTI AL PERCORSO SENOLOGICO

Mammografia clinica ed interventistica: Lorella Fioriti, Cristina Babili, Francesca Viti
Trattamento chirurgico: Alessandro Sanguinetti, Andrea Polistena, Stefano Chiummariello (Chirurgia Ricostruttiva), Marsilio Francucci, Marina Vinciguerra
Anatomia Patologica: Raffaele Farabi, Tiziana Macciò
Oncologia: Martina Nunzi, Silvia Sabatini, Elisa Minenza (Genetica Tumori Femminili)
Radioterapia: Paola Di Anselmo

MEDICI SPECIALISTI AFFERENTI AL PERCORSO URO-GINECOLOGICO

Diagnosi precoce tumore del collo dell’utero: Gianpaolo Passalacqua
Centro menopausa: Riccardo Calafiore
Ambulatorio per la rieducazione del pavimento pelvico e incontinenza urinaria: Ettore Mearini

Medici Specialisti afferenti al Percorso endocrino-metabolico

Screening patologie tiroidee e Patologia ipofisaria: Camillo Giammartino
Metabolismo fosforo-calcio: Nicola Avenia
Obesità: Giuseppe Fatati
Patologie ovariche e riproduttive: Riccardo Calafiore

PROFESSIONI SANITARIE AL CENTRO SALUTE DONNA

Coordinatrice Daniela Perotti
Ambulatorio Senologico Maurizia Martellucci
Ambulatorio uro-ginecologico Paola Orfini
Radiologia Letizia Montanari, Maria Rita Petrucci
Front desk Michela Rossi
TSRM in SENOLOGIA Sandro Pressi, Giuseppina Giuliani, Elisa Papi, Daniela Palmegiani, Arianna Pasini
TSRM in DEXA Corinne Colagrande, Moira Costantini, Alessandro Di Giuli, Emanuele Fausti, Antonio Gentileschi, Neda Grilli, Simona Mezzetti

Centralino: Tel. 0744 205781- 205671

LASCIA UN COMMENTO