40 settimane di gestazione

0
13
40 settimane di gestazione

Tutte le visite da effettuare

Durante la gravidanza paure, incertezze e domande non mancano: quali sono gli esami di routine? E quante le visite specialistiche e le ecografie da effettuare?

PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

Nel corso del primo trimestre di gravidanza gli esami da svolgere sono volti principalmente ad accertarsi dello stato di salute della donna e del corretto inizio della gravidanza stessa. Al momento della prima visita ginecologica il medico prescrive una serie di visite ed esami (a carico del Sistema sanitario nazionale) come: ESAME DELLE URINE, EMOCROMO, GLUCOSIO, AST, ALT. Non è necessario effettuare l’esame per il VIRUS DELLA ROSOLIA se è documentata l’immunità, né quello per la TOXOPLASMOSI, nello stesso caso. Si effettua poi TPHA (per la sifilide), Test dell’HIV, TEST DI COOMBS INDIRETTO (in caso di donne RH negative, o comunque a rischio di immunizzazione, il test deve essere ripetuto ogni mese), TEST DELLA CLAMIDIA, PAP TEST, URINOCOLTURA.

Esiste poi la possibilità di effettuare il TEST COMBINATO che consiste in un prelievo di sangue e in un’ecografia particolare, detta translucenza nucale, che consente di valutare l’eventuale probabilità che il feto presenti alcune anomalie da indagare con ulteriori approfondimenti. Amniocentesi o villocentesi, infine, se l’esame della translucenza nucale ha dato esito positivo o dubbio alle donne è consigliato l’approfondimento tramite prelievo di liquido amniotico (amniocentesi) o dei villi coriali (villocentesi).
Esiste, poi, la possibilità di effettuare dei test non esenti, valutati di volta in volta dal medico, quali CITOMEGALOVIRUS ed ELETTROFORESI DELL’EMOGLOBINA.

SECONDO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

Nel corso del secondo trimestre di gravidanza si effettua la seconda ecografia di routine, detta ecografia morfologica, tra la 19^ e la 21^ settimana che serve per rilevare eventuali malformazioni fetali.

Si effettuano, poi, i seguenti esami: GLUCOSIO, ROSOLIA, TOXOPLASMOSI (a meno che non si sia immuni), ESAME DELLE URINE, URINOCOLTURA. È indicato in questo periodo anche un esame non esente, che tuttavia il medico può ritenere necessario prescrivere, cioè la MINICURVA DA CARICO GLICEMICO (utile quando si sospetti una ridotta tolleranza agli zuccheri per familiarità diabetica, precedente ridotta tolleranza, obesità o eccessivo aumento del peso in gravidanza).

TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

Si ripetono sostanzialmente gli esami dei trimestri precedenti e si effettua la terza ecografia di routine, detta ECOGRAFIA DI ACCRESCIMENTO. Si effettua generalmente il tampone vaginale e rettale per la ricerca dello STREPTOCOCCO B e l’EEG.

DALLA 40^ SETTIMANA DI GRAVIDANZA E OLTRE si effettua l’ESAME DELLE URINE, la CardioTocoGrafia [CTG] e il Controllo del liquido amniotico.

DR.SSA GIUSI PORCARO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
USL UMBRIA 2 – Consultorio Familiare di Orvieto
STUDIO MEDICO ANTEO – Via Radice 19 – Terni (0744- 300789)
COMEDICA – Via Gabelletta, 147 – Terni (0744 241 390)

LaTuaGinecologa

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.